Venezia complice

Venezia complice

Forse Venezia è sogno, un sogno in cui tutti possono scoprirsi diversi da quello che sono grazie a un baratto che ha antiche origini: desideri in cambio della realtà

Venezia usata e abusata, tollerante quinta di poeti e artisti, palcoscenico su cui sono andati in scena farse e drammi, per una volta diventa protagonista assoluta. La città nata per scommessa in aperta sfida all’Adriatico, sulle terre instabili dove nessuno avrebbe creduto fosse possibile, si ribella per una notte al belletto della ruffiana e rivendica il suo ruolo primario nelle storie di chi calpesta i suoi masegni.

C’è Saverio il matto, la donna innamorata dell’aviatore, un famoso attore americano che sconvolge la vita di un ristorante, Lorenza del Bar Tabacchi “Alla Darsena”, i gatti, Bianca e l’alluvione del 1966, una giovane donna di Marsiglia che insegue il Maestro di Malamocco, un vecchio che vive assieme ai fantasmi delle sue amanti: una carrellata di personaggi che solo a Venezia possono amare e vivere come dentro a un sogno.

Storie legate dal filo effimero dell’acqua della Laguna, in cui spesso reale e fantastico si mescolano, senza che nessuno abbia qualcosa da obiettare.


Dettagli

Autore/i: Paolo Ganz
Anno: 2018
Formato: 12 x 18
Pagine: 208
eBook: No
ISBN: 9788899368173
Prezzo: 14€
Scheda editoriale: Scarica la scheda editoriale
Assaggio: Leggi l'assaggio del libro

Note sull'autore/i

Paolo Ganz

scrittore, musicista e viaggiatore, è nato a Venezia e vive da qualche anno al Lido, davanti all’Adriatico. Inventa, raccoglie e racconta storie, alcune ambientate nella sua terra. Ha scritto anche articoli, saggi, poesie, musiche e canzoni. Dopo aver fatto esperienza anche come collaboratore
di testate giornalistiche musicali nel 2006 pubblica il suo primo romanzo
Nel Nome del Blues (Agorà Factory) a cui fanno seguito Venice Rock’n’Roll (Fernendel, 2011), Calle dei Bombardieri (Studio LT2, 2011), Armonicomio (Fernandel, 2012), Perché a nessuno piace il mio caffè? (La Toletta, 2013), Piccolo Taccuino Adriatico (Mare di Carta, 2014 - - secondo classificato sezione narrativa premio Carlo Marincovich 2015), El muerto vivo (La Toletta, 2014), Cercando Venezia – Guida poetica alla città di pietre e acqua (Mare di Carta, 2016 - menzione premio Gambrinus Mazzotti 2017), La Grecia di isola in isola (Ediciclo, 2017), la raccolta poetica Lucernari e il quaderno Il racconto degli zattieri. Ha collaborato con Giovanni Giusto alla realizzazione dello spettacolo teatrale Revoluciòn - l’avventurosa vita di Gino Doné e all’antologia Porto Marghera – Cento anni di storie 1917-2017 (Helvetia Editrice 2017). È inoltre autore di quello che tuttora rimane il primo e più completo metodo per armonica Blues italiano (Bèrben, 1987). Il suo sito è www.paologanz.it